Corso HACCP per la sicurezza alimentare: ecco di cosa si tratta

Share on Google+Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Il corso HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Points) sostituisce integralmente il vecchio libretto sanitario ed è obbligatorio per chi opera nel settore alimentare. Riguarda le norme che ogni operatore deve mettere in atto al fine di valutare e stimare pericoli e rischi e stabilire misure di controllo per prevenire l’insorgere di problemi igienico/sanitari, tutelando la salute dei consumatori.

Cos’è il corso HACCP?

Per HACCP si intende un sistema di controllo nella produzione degli alimenti che ha lo scopo di garantire la sicurezza igienica in chi li consuma.

E’ basato su alcuni principi fondamentali, tra cui:

  • l’identificazione dei potenziali rischi associati alle singole fasi della produzione di un alimento;
  • la determinazione dei CCP (punti critici di controllo) per eliminare o almeno minimizzare i possibili rischi;
  • l’accertamento dei limiti da osservare per assicurare che i CCP siano sotto controllo. Originariamente pensato per rendere sicuri gli alimenti assunti dagli astronauti NASA, è stato poi adottato in moltissimi Paesi, data la sua efficacia.

Il corso HACCP è rivolto alle aziende operanti nel campo alimentare, artigianale e di somministrazione che devono ottemperare alla formazione obbligatoria.

Corso HACCP a Torino

ArteFormazione & Consulting

Requisiti Il corso fa riferimento alla normativa d.lgs 193/07 e s.m.i., Reg. CE 852/2004 sulla formazione obbligatoria per tutti coloro che operano a contatto con gli Alimenti.

 

Per chi è obbligatorio l’attestato HACCP?

L’attestato HACCP è la prova delle nozioni acquisite relativamente alle principali norme igieniche, alle modalità di applicazione dello HACCP, alle microbiologia e alla conservazione degli alimenti, ai metodi per igienizzare le strutture e le attrezzature di lavoro.

Hanno l’obbligo di frequenza: baristi; fornai e addetti alla produzione di pizze e similari; addetti alla vendita di alimenti sfusi; addetti somministrazione/porzionamento pasti in strutture socio-assistenziali e scolastiche; cuochi (ristorazione collettiva, scolastica, aziendale, ristoranti e affini); pasticcieri; gelatieri (produzione); addetti alla gastronomia (produzione e vendita); addetti alla produzione di pasta fresca; addetti alla lavorazione di latte e formaggi; addetti alla macellazione, sezionamento, lavorazione, trasformazione e vendita di carne, pesce e molluschi; addetti alla produzione di ovoprodotti.

Le conoscenze da far proprie mediante un corso HACCP variano dunque a seconda delle mansioni di propria competenza. I resposabili delle industrie alimentari devono essere in grado di individuare tutti i CCP relativi alle varie attività e applicare le conseguenti procedure di sicurezza, mentre ai semplici addetti che non manipolano durettamente gli alimenti sono rischieste conoscenze più generiche.

Programma e durata di un corso HACCP

Il corso per responsabile di industria alimentare o per addetto che manipola alimenti tratta i seguenti temi:

  • il sistema HACCP;
  • l’importanza del controllo visivo;
  • l’importanza della verifica della merce immagazzinata e della sua rotazione;
  • le norme igieniche basilari per la lotta agli insetti e ai roditori;
  • la valutazione del controllo delle temperature e del microclima;
  • argomenti di microbiologia alimentare;
  • nozioni di chimica merceologica, di chimica e fisica;
  • igiene delle strutture, delle attrezzature e del personale;
  • approfondimenti sul quadro normativo;
  • gestione delle risorse umane;
  • relazione con i vari soggetti coinvolti nel processo alimentare.

La normale durata di un corso HACCP varia in base alla carica professionale ricoperta.

I responsabili aziendali devono seguire 16 ore di corso, mentre gli operatori 8.

Dove frequentare corsi HACCP a Torino

Arte Formazione propone un corso HACCP di 8 ore rivolto a tutti coloro che operano a contatto con gli alimenti. Durante le ore di lezione verrà illustrato cos’è e il sistema HACCP e come funziona, soffermandosi sul controllo visivo, la verifica della merce immagazzinata, la temperatura, il microclima e l’igiene delle strutture.

Immaginazione e Lavoro organizza un corso HACCP di 10 ore. Verranno analizzati l’applicazione del sistema, la costruzione del diagramma di flusso, punti critici di controllo, prevenzione e monitoraggio, azioni correttive, gestione della documentazione e molto altro ancora. Le docenze saranno tenute da personale qualificato al controllo ispettivo di aziende pubbliche o private.

Infine, Consorzio Formazione Canavese offre un corso HACCP di 4 ore finalizzato a trasferire agli operatori professionali le più recenti normative e i principi alla base della sicurezza alimentare.

Share on Google+Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Iscriviti alla nostra newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *