Corsi “finger food”: piccole grandi creazioni!

Share on Google+Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedIn

“Finger food”, in italiano, si può tradurre con la frase “cibo da mangiare con le dita”, il ché rende l’idea di cosa si tratta: piccoli assaggi, bocconcini o stuzzichini da gustare generalmente in piedi, adatti sia ad eventi formali, come cene ed aperitivi tra amici, sia a celebrazioni più informali come matrimoni e cene di lavoro. In generale, il finger food sta diventando sempre più popolare, e si può definire come la versione più raffinata dello street food.

In entrambi i casi si consumano pietanze appena preparate, da mangiare con le mani, ma il finger food prevede varianti più elaborate, quindi adatte ad una cucina attrezzata piuttosto che ad una cucina di strada come nel caso delle ricette dello street food; il finger food è inoltre maggiormente appropriato sia per gli antipasti sia per gli aperitivi.

Lo stile

Approfondiamo alcuni esempi di ricette tipiche dello stile culinario “finger food” partendo da alcune delle preparazioni base più diffuse ed apprezzate, che in gran parte provengono dalla cucina francese tradizionale:

  • Vol-au-vent:

i vol-au-vent (o vol au vent) sono come dei piccoli cestini, quindi vuoti al loro interno, composti da alcuni dischetti di pasta sfoglia sovrapposti.

Possono essere farciti con verdure, o creme di formaggio più o meno speziate, gamberetti o funghi; alcune antiche ricette francesi prevedono anche la carne di manzo tritata o dei fegatini, è possibile inoltre creare varianti con ripieno dolce.

  • Canapè:

si tratta di piccole tartine preparate e decorate con gran cura su fette di pane, prive di crosta, come quello bianco utilizzato per i nostri tipici tramezzini, o su pane tostato, su gallette e barchette di pasta frolla o di pasta sfoglia. Possono essere quindi ripieni, o spalmati, con creme salate di ogni tipo, ed in alcuni casi essere ritagliati in varie forme fantasiose come a forme circolari, rettangolari o a forma di stella.

  • Bignè salati:

la pasta utilizzata per fare i bignè è chiamata pasta choux, di preparazione piuttosto elaborata, ma dal risultato sorprendente. Grazie alla sua leggerezza ed al suo gusto neutro e delicato si adatta a ricette dolci (ad esempio le nostre zeppole ed i profiteroles francesi) come a piatti salati. Questi ultimi hanno un ruolo fondamentale nelle ricette di finger food, possono essere farciti di creme salate diverse come creme al prosciutto e formaggio, o alcune di sola verdura, insomma, ci si può sbizzarrire con le farciture più disparate!

  • Biscotti salati:

i biscotti salati non possono mancare sulla tavola di un rinfresco finger food. L’impasto di questi frollini prevede solitamente sia zucchero che sale, un po’ di vino bianco e del pepe. In alcuni casi il biscotto viene spalmato con diversi tipi di crema di formaggio fresco, oppure il formaggio stesso viene aggiunto all’impasto che va poi in cottura, come prevede, ad esempio, la ricetta dei frollini al parmigiano.

Si tratta di basi che potrete imparare a preparare durante i corsi di cucina finger food a Torino, potrete poi farcirle e condirle in modi differenti creando le vostre personali ricette di cucina fusion, unendo così la tradizione e gusti innovativi ed esotici.

I corsi

Possiamo quindi affermare che la pasticceria salata è alla base di questi sfiziosissimi assaggi finger food, ma abbiamo citato solo gli impasti e le ricette più utilizzati; le ricette finger food sono infatti molteplici e possono essere composte semplicemente da ricette classiche rivisitate “in piccolo”: ed ecco che il pollo alla cacciatora può diventare un piccolo spiedino di bocconcini di pollo, così come una torta salata può diventare un piccolo e goloso tortino, come ad esempio i mini cheese cake al radicchio e gli sformatini alla zucca, oppure le classiche bruschette con pomodoro e olive possono trasformarsi in tante gustose bruschettine.

La scuola di cucina La palestra del cibo – cooking gym propone un corso di finger food a Torino; quale modo per apprendere quest’arte se non frequentando un corso di cucina in cui imparare trucchi e ricette sfiziose?In seguito potrete imbandire la vostra tavola studiandovi un intero menu a base di ricette finger food, o più semplicemente potrete offrire ai vostri amici un fresco aperitivo a base di raffinate tartine, durante le sere d’estate.finger_food_corsi_cucina_torino

Share on Google+Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Iscriviti alla nostra newsletter!