TribalTOwn Africa Festival: cultura africana tra musica e piatti tipici

Share on Google+Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Percussioni, danze, colori e sapori. Il TribalTOwn Africa Festival invade la periferia di Torino, a Mirafiori, per una quattro giorni dedicata alla cultura africana. I linguaggi con cui raccontarla saranno molteplici: danza, musica e cibo. Tre modi diversi di entrare in empatia con una cultura così calda e affascinante, guidati da artisti sensazionali, alcuni per la prima volta in Italia.

Sesta edizione per il festival. Dal 6 all’8 luglio la Casa nel Parco di via Panetti sarà animata dal suono dei tamburi e dal profumo della cucina senegalese, una delle più rinomate in Africa. Spettacoli a ingresso gratuito, stage di ballo e musica, concerti. E, naturalmente, piatti deliziosi da assaporare ogni sera, sotto le stelle.

Il programma del TribalTOwn Africa Festival

L’inaugurazione del Festival sarà giovedì 6 luglio alle 21: protagonisti,  Magatte Dieng, ideatore e direttore artistico del TribalTOwn, e i Giovani Griot di Torino che eseguiranno la Appel Tam Tam, la chiamata dei tamburi. Seguirà la proiezione del film 12 anni schiavo, a cura dell’Associazione Nazionale del Cinema.

Venerdì 7 luglio, alle 18, si svolgerà la tavola rotonda “Lavoronero – Diritti negati e migranti nelle società europee”, a cura di Zonafranca Spazi Interculturali Onlus.

La serata musicale prenderà il via alle 21.30 con il concerto degli Arcots, compagnia di percussionisti e danzatori senegalesi per la prima volta in Italia, con la partecipazione straordinaria di Pape Moussa Sonk.

Doppio concerto sabato 8 luglio, dalle 21.30, con il camerunense Tatè Nsongan e la sua band: Matteo Sabetta voce e piano; Paul Sogno, voce e basso; Samba Fall Mbaye, voce e batteria; Cristina Ramat, voce. A seguire, Balla Nar Ndiaye Rose con gli African Griot di Milano.

Il TribalTOwn Africa Festival si chiuderà domenica 9 luglio, alle 21.30, con il concerto di Jazira.

Tribal Town Africa Festival

Al termine dei concerti si svolgerà la tradizionale Jam Session di Dunumba in tipico stile senegalese, con la partecipazione degli artisti che si sono esibiti sul palco.

Tutte le sere del festival a partire dalle 19.30, nella Casa nel Parco sarà possibile gustare i piatti tipici della cucina senegalese, accanto alla nostra italianissima pizza.

Il programma completo, con tutte le indicazioni sugli stage cui iscriversi, è disponibile sul sito dell’evento.

Quest’anno gli stage di danza saranno guidati da Saly Danse, Rossella Xillovich, Simona Brunelli e Solo Diedhiou.

I laboratori di percussioni saranno tenuti da Balla Nar Ndiay Rose e Cheikh Fall.

I piatti del continente nero: da scoprire con i corsi di cucina africana

Come si diceva prima, la tradizione culinaria senegalese è una delle più apprezzate in Africa.

E’ caratterizzata da diverse combinazioni di alimenti e molte spezie.

Per i senegalesi, i pasti rappresentano importantissimi momenti di condivisione. E’ infatti abitudine mangiare tutti insieme, seduti su un tappeto intorno allo stesso vassoio.

Non vengono usate le posate, ma si mangia con la mano destra, raccogliendo con le dita un po’ di riso, appallottolandolo fino a formare delle specie di polpetta, e portandolo in bocca.

A Torino alcuni enti organizzano corsi di cucina africana che avvicinano i curiosi a questo ricco patrimonio gastronomico.

Ma un buon inizio potrebbe essere proprio quello di partecipare al TribalTOwn e assaggiare quanto proposto nelle diverse serate!

Share on Google+Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Iscriviti alla nostra newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *