Intervista ad AssoAPI – Divisione Formazione

Share on Google+Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Abbiamo avuto il piacere di poter fare qualche domanda alla divisione formazione di assoAPI – Associazione Nazionale Artigiani Piccoli Imprenditori che è un centro formativo con sede a Roma che organizza corsi di formazione professionali in tutta Italia e anche all’estero.

AssoAPI  organizza corsi di formazione nel settore eno-gastronomico e culinario, formando professionalmente panificatori, gelatai, cuochi, barman e tutte le altre figure professionali che ricoprono ruoli chiave in questo settore lavorativo.

Abbiamo incontrato AssoAPI in vecchi articoli come quello per introdursi all’arte bianca, abbiamo parlato del corso per pasticcere nell’articolo dedicato alla pasticceria e li abbiamo incontrati sulla pagine dedicata ai corsi di gelateria artigianale.

Alessandra Cocchia all’interno dell’associazione è responsabile dell’area marketing e del tutoraggio degli studenti , ed è stata proprio lei così gentile da rispondere alle nostre domande.

 

  • Descrivete brevemente il vostro centro, quali servizi offrite, di che tipo di formazione vi occupate?
    AssoAPI Divisione Formazione è un ente di formazione professionale innovativo. Avvalendosi delle nuove tecnologie, organizza corsi di formazione nel settore ristorativo a distanza. Le lezioni si svolgono online con tutor e docenti che, attraverso una piattaforma online, interagiscono con gli allievi alla pari di un’aula dal vivo. A completare l’offerta, gli stage in Italia o all’estero, ed un servizio di supporto nella ricerca di un primo impiego.

 

  • Chi, generalmente, si iscrive ad un corso di cucina?
    È possibile suddividere gli allievi in due categorie: 17/30 anni; si tratta di ragazzi che non hanno concluso il percorso scolastico oppure senza occupazione, alla ricerca di un primo impiego e 30/50 anni, perlopiù inoccupati alla ricerca di una riqualifica professionale.

 

  • Quali sono gli sbocchi in ambito professionale? E’ considerabile, il corso di formazione, nel nostro caso un corso di cucina, come mezzo per un possibile rilancio lavorativo?
    Un corso professionale nel settore ristorativo rappresenta un’indubbia opportunità per la riqualifica professionale, a patto che ci sia da parte dell’allievo la predisposizione al sacrificio ed una forte passione per la cucina.
    Ad oggi un corso ti apre diverse opportunità: lavorare per terzi, in proprio, in casa, come consulente o food blogger. Insomma, ognuno può esprimere la propria personalità come meglio crede.

 

  • Come ha influito la crisi sul mondo della formazione? La ristorazione ne ha risentito come gli altri settori?
    La crisi ha generato un aumento d’iscritti ai corsi di formazione. Spesso si cercano corsi gratuiti o sovvenzionati dalle regioni i quali però, mancando della fase pratica, non garantiscono una formazione sufficiente. Il settore ristorativo è il fiore all’occhiello del nostro Paese, per cui necessita di gente preparata e disposta al sacrificio. Bisogna solo cercare la migliore formazione ed impegnarsi, i risultati arriveranno.

 

  • Quali sono i riscontri degli allievi? avete voi riscontro di cosa succede dopo?
    Il corso resta sempre un’esperienza non generalizzabile. Ci sono allievi che a seguito dello stage, non proseguono il loro percorso nel settore ristorativo in quanto non capaci di sopportare ritmi stressanti; altri invece vengono confermati dalle sedi stage per la bravura e la passione. Una statistica è certa, i migliori vanno avanti, chi cerca solo di tamponare ma non crede realmente in quello che fa, difficilmente troverà spazio in un settore così competitivo e specialistico.

 

  • Avete qualche nuovo corso di cucina in programma?
    Stiamo organizzando un corso di street food, ma per maggiori informazioni, seguiteci su www.assoapi.it

Questa realtà è un ottimo esempio di come un corso di formazione può essere un mezzo concreto per la riqualifica professionale o la qualifica stessa, noi crediamo che la cucina sia inizialmente passione, dunque chi ne è in possesso di questa passione può considerare seriamente di poterla trasformare in un vero e proprio lavoro.

Ringraziamo infinitamente AssoAPI e Alessandra Cocchia per il tempo dedicatoci e per averci fornito risposte molto esaustive.

corsi_di_cucina_torino_assoapi

 

Share on Google+Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Iscriviti alla nostra newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *