Corsi di sushi e sashimi: l’arte del taglio del pesce crudo nella cucina giapponese

Share on Google+Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedIn

La cucina giapponese

Se volete  imparare a cucinare piatti tipici giapponesi e ricette giapponesi a base di pesce frequentando corsi di sushi, è bene che in primis acquisiate alcune informazioni sulla storia dell’arte culinaria del Giappone.

In Giappone gli ingredienti basilari della cucina tipica, sin dall’antichità, sono il riso ed il pesce, a causa del rapporto costante con il mare molto pescoso che circonda l’isola e del territorio prevalentemente montuoso  che la caratterizza, il quale non permette ampie coltivazioni se non quelle delle risaie e dei campi di foglie da tè.

La cucina giapponese è ritenuta tra le più bilanciate e salutari, considerando l’effettiva longevità del popolo giapponese ed il fatto che l’alimentazione è prevalentemente basata sul consumo di pesce crudo freschissimo, quindi ricco di omega3, come il sushi e il sashimi, ed accompagnato da alcuni tipi di alghe, ricche di elementi essenziali come iodio, calcio, magnesio e potassio; a questo poi si aggiunge il salubre metodo di cottura al vapore, che permette di cuocere pesce e verdure in modo da non alterarne le gli elementi nutritivi fondamentali per il benessere dell’organismo quali vitamine, sali minerali, fibre, proteine ecc.

Vista la basilarità degli ingredienti, si pensa erroneamente che la cucina giapponese sia una cucina semplice, ma non è così: certamente gli ingredienti sono manipolati pochissimo proprio perché, secondo la filosofia dei cuochi giapponesi, lo scopo è quello di preservarne la purezza e le qualità nutritive, ma allo stesso tempo sono necessarie capacità, estrema cura ed arte per riuscire ad esaltare il gusto di cibi freschi, semplici e non elaborati tramite cottura, olii e spezie.

Infatti, la principale arte dello Shokunin, che significa Maestro di Sushi, è quella del taglio, soprattutto del pesce crudo, ma anche delle verdure. Secondo i Maestri della cucina giapponese, il taglio condiziona il sapore del cibo ed in particolare del pesce, ed a seconda della tipologia di pescato e di ricetta, è necessario un coltello con determinate caratteristiche. Ogni coltello ed utensile sono trattati ed utilizzati con grande cura, perché possano essere funzionali ad un perfetto taglio e successivamente comporre i tagli nei raffinati piatti che gustiamo al ristorante giapponese, il cui sapore può essere esaltato dall’accompagnamento del wasabi, una salsa a base di rafano in polvere, e della salsa di soia.

I piatti a base di pesce della cucina giapponese più apprezzati e diffusi a Torino ed in molte altre città d’Italia, sono: il sushi, il Sushi Nigiri, il sashimi, il Temaki, l’Hosomaki, l’Uramaki, la Tempura, quasi tutti a base di pesce crudo. Ebbene, immaginate che ognuna di queste ricette prevede una particolare cura nel taglio del pesce, taglio che risulta essere un cauto rituale, fondamentale per la buona riuscita della preparazione di ogni singola portata.

Corso di sushi

Per diventare Shokunin, infatti, è necessario un percorso di studi e di pratica di almeno due anni, in cui si apprende come tagliare il pesce in maniera quasi chirurgica, come disporre i tagli di pesce nella maniera tradizionale ed alcuni altri segreti e trucchi come il “massaggio” del polpo per alcune ore, poco prima di tagliarlo e servirlo crudo.

Difficilmente potrete diventare dei veri Shokunin, ma avete la possibilità di preparare alcune ricette della cucina giapponese per i vostri amici, dopo aver frequentato un corso per fare il sushi a Torino.

Un altro interessante elemento tradizionale della cultura culinaria giapponese è l’ O-Bento, il pranzo confezionato dello studente o del lavoratore giapponesi: il Bento è un contenitore suddiviso in scomparti in modo da dare ad ogni pietanza il suo spazio, può inoltre contenere bottigline correlate dove mettere le salse, come la salsa di soia. Le pietanze sono spesso diverse dai piatti tipici giapponesi  che conosciamo.  La Scuola di cucina Il melograno di Torino propone un corso di cucina giapponese per imparare le ricette più utilizzate nella composizione del  Bento, tra cui il pollo Teriake e gli spinaci al sesamo.

Se avete dubbi e timori per quanto riguarda la scelta corretta del pesce fresco e dei materiali migliori per preparare le ricette giapponesi che avete appreso durante i corsi, avete la possibilità di impararlo grazie ad un corso di sushi online dedicato specificatamente a questo importante aspetto, erogato dal centro Sushi Life Tozai.

Ed ecco che, grazie a poche ore dedicate ai corsi di sushi, creerete il vostro ristorante giapponese personale e potrete imbandire la vostra tavola con piatti gustosi e raffinati allo stesso tempo.

Leggi anche: corsi di cucina asiatica – l’arte dello street food

Share on Google+Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Iscriviti alla nostra newsletter!