Corsi di degustazione a Torino: tanti sapori da scoprire in visita guidata

Share on Google+Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Una città con una tradizione enogastronomica di tutto rispetto deve continuamente riservare ai suoi abitanti saporite sorprese: ecco perché le degustazioni a Torino sono così frequenti e variegate, e si rivolgono sia agli amanti della buona tavola, sempre alla ricerca di piatti suggestivi, sia agli estimatori delle migliori bottiglie.

Qui di seguito, una selezione autunnale che scalderà i vostri cuori.

degustazioni a torinoMuseo del Gusto offre la possibilità di trascorrere nella sede di Frossasco tre ore di degustazione di olio extravergine d’oliva, in compagnia di esperti che guideranno tutti i partecipanti nella percezione delle notevoli differenze esistenti con l’olio comune (che ciascuno è invitato a portarsi da casa). Durante il corso verranno eseguiti dei test sui difetti internazionali e sarà degustato approfonditamente l’olio di qualità, abbinandolo a prodotti selezionati ad hoc.

I cultori della bevanda dionisiaca possono essere ampiamente soddisfatti dalle degustazioni di vino proposte da Lo sai che il vino…?. Il corso di degustazione di vini internazionali è articolato in tre incontri, in cui, grazie a un viaggio intercontinentale, si imparerà a riconoscere tutte le proprietà e caratteristiche di ben nove vini provenienti da diversi Paesi; durante gli incontri, si diventerà, così, abili nel distinguere differenze e analogie dei vini in relazione all’area geografica di appartenenza, avendo assimilato le fasi di produzione e le peculiarità che contraddistinguono la produzione di un bianco, un rosso, un rosato, un passito o uno spumante.degustazioni a torino

Un’altra proposta sfiziosa di Lo sai che il vino…? è il corso I fantastici 4: quattro incontri per conoscere vini liquorosi e aromatizzati, amari e liquori storici, birre artigianali e distillati.

Un corso di formazione professionale, rivolto quindi a coloro che desidererebbero operare nel settore ristorativo, è quello programmato da Immaginazione e Lavoro, dedicato alle degustazioni e agli abbinamenti enogastronomici: obiettivo del corso è fornire un insieme di competenze riguardanti il glossari oenologico, l’analisi sensoriale dei vini, il loro abbinamento e il servizio al tavolo

Per chi invece predilige di gran lunga il luppolo, ecco allora quanto offerto da Fermento Birra, il network dedicato alla birra di qualità, che organizza a Torino ogni mercoledì, a partire dal 26 ottobre fino al 30 novembre 2016, il corso Conoscere la birra: sette lezioni che hanno l’obiettivo di fornire le conoscenze fondamentali per avvicinarsi con maggiore consapevolezza alla degustazione, acquisendo un lessico di base e una conoscenza generale delle principali tipologie birrarie. I docenti sono tutti esperti del settore, accompagnati da alcuni birrai protagonisti del movimento artigianale, che, nel corso di ciascuna lezione, alterneranno alla parte teorica le indispensabili prove di assaggio; arricchirà il corso la visita guidata a un birrificio artigianale del territorio.

Eataly organizza ogni settimana svariati corsi di degustazione per stuzzicare in modo fantasioso e originale tanti palati differenti. Ad esempio, trovandoci ormai nel pieno dell’autunno, la degustazione di tartufo in programma per il 25 novembre permetterà di conoscere a tu per tu un prestigioso prodotto di cui il territorio piemontese, assieme alla Toscana e all’Umbria, può degustazioni a torinoandare ben fiero. La serata, condotta dal giornalista enogastronomico Danilo Poggio, sarà l’occasione per presentare il ricettario Profumo di Tartufo, di Claudio Mollo (edito da Maria Pacini Fazzi Editore), dedicato alle specialità che hanno per protagonista l’amato tartufo. Un’occasione unica per scoprire le proprietà terapeutiche e miracolose attribuitegli in passato, la sua composizione e riproduzione, la raccolta e le migliori tecniche per utilizzarlo in cucina; seguirà poi uno show cooking tenuto dal ristorante La Cascata, con lo chef Roberto, che farà degustare la carne cruda battuta al coltello con tartufo nero, il risotto con tartufo bianco, la fonduta con tartufo bianco e, per finire, il gelato dell’Agrigelateria San Pe’ al fior di latte, panna montata e tartufo bianco.

Cosa c’è di meglio che degustare un buon tè durante un freddo pomeriggio autunnale? Il 6 novembre l’esperta Claudia Carità, titolare del negozio The Tea di Torino, accompagnerà tutti gli appassionati di tè nell’immersione in un mondo affascinante, dominato dalla Camelia Sinensis del Mar Nero con le sue infusioni. Un incontro per vivere in prima persona un rituale che da millenni ripropone, immutati, gesti e tecniche di lavorazione. I partecipanti potranno così degustare: il Çay servito con Gözleme, tipica preparazione turca rivista in chiave italiana (quadrati di piadina ripiena di spinaci, formaggio, carne tritata saltata e degustazioni a torinospeziata con pepe e cumino, e patate); il Georgia Tea servito con una mousse di yogurt e croccanti di pistacchio; infine, l’Elma Çay, tradizionale ricetta turca offerta ai turisti (un concentrato di succo di solo mela, agrumi e spezie).

Un altro appuntamento a base di teina è quello con Slow Food Educa, che organizza serata a teme per degustare diversi tipi di tè verde e tè nero, scoprendone l’origine, le sfumature e le tradizioni che li legano ai principali Paesi produttori.

I più golosi, poi, non potranno dire di no alla degustazione di miele in programma a Eataly il 14 dicembre, in compagnia di Mauro Baldino, presidente dell’associazione Paniere dei prodotti tipici della provincia di Torino, affiancato da Eric Vassallo, responsabile per conto di Eataly di attività educative legate alla storia e alla cultura del cibo. Sveleranno tutti i segreti del miele e le curiosità sull’ecosistema delle api, conducendo i partecipanti nella degustazione dei mieli delle Vallate alpine (rododendro, flora alpina, castagno e tiglio) e del miele di acacia, melata e crema con miele di acacia e nocciole.

degustazioni a torinoInfine, Eataly propone, il 19 dicembre, un appuntamento estremamente chic con una serata pre-natalizia dedicata alla degustazione di champagne e cavialeinsieme alle aziende Velier e Agroittica: protagonisti saranno lo champagne Billecart-Salmon e il caviale Cavalier Caviar Club.

Share on Google+Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Iscriviti alla nostra newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *